Senza categoria

Home » Senza categoria

”Un popolo senza lingua è morto”. Oggi ricordiamo Simon Mossa

Senza la sua lingua un popolo è morto. E l'autonomia culturale è essenziale per la conservazione e la sopravvivenza di un popolo. La lingua è un fattore base per l'autonomia culturale e quest'ultima è la matrice della libertà, dell'indipendenza e del riscatto sociale ed economico di un popolo. E la cancellazione dell'autonomia culturale è alla [...]

”Black Friday”, tutti ne parlano ma pochi ne sanno l’origine*

Il Black Friday. Tutti ne parlano, molti ne praticano la consuetudine di shopping, ma pochi ne conoscono il significato e l'origine. Essendo questione di non grandissimo conto, per soddisfare questa curiosità è sufficiente propalare quanto è facilmente reperibile su articoli in rete, in special modo sulle enciclopedie online. Il Black Friday, negli Stati Uniti, è [...]

La Cina, i soldi, la visita di Xi e i diritti umani evocati da Todde (di Andrea Pira*)

Lo scalo tecnico in Sardegna del presidente Xi Jinping e l’incontro informale con Matteo Renzi che ne è seguito sono serviti da spunto per entrare nel merito dell’opportunità che Pechino può vedere nell’isola. L’attenzione rientra nei più ampi rapporti tra la Repubblica popolare e l’Europa, che i cinesi intendono rafforzare dando nuova vita all’antica Via [...]

La mia lettera alla Sardegna (di Angelo Giuseppe Pisanu)

Ti ho conosciuto 28 anni fa in un piccolo paese, eri bella e in quegli anni dorati per me eri tutto il mondo. Sono un poco risentito con te, credo che dovremmo parlare. Ecco, mi sembra che tu sia cambiata o stia cambiando, non so. Intendo dire che non mi piace come sento parlare di [...]

Questa Regione, più cicala che formica (di Pier Franco Devias*)

C’è una pubblicità di un’agenzia di prestiti in cui un vecchietto dice, a grandi linee, che viveva disperato perché aveva due prestiti da pagare, mentre ora – avendo preso un nuovo prestito dall’agenzia in questione – vive felice e si gode la pensione. E io ogni volta che la vedo penso sempre che sia assurdo [...]

24/11/2016|Sardos, Senza categoria|6 Commenti

Lingua sarda in Rai? Due anni e mezzo di vuoto pneumatico (di Pepe Corongiu)

E’ di questi giorni la notizia che la Regione sta per firmare una convenzione con la Rai che permetterà il ritorno del sardo in radio e tv. Bene, diremmo noi uomini di buona volontà. Ma se la notizia politica è questa, la realtà è un’altra. La politica dell’annuncio è utile infatti per tirare i titoli [...]

I piccoli Comuni scompaiono, ma loro cosa fanno per sopravvivere? (di Roberto Mette)

I piccoli comuni si spopolano e molti di essi tendono a scomparire. Per reazione si tende troppo spesso a scaricare tutte le responsabilità sulla politica, in particolare su quella regionale, incapace secondo alcuni di trovare soluzioni e altresì svogliata nell’intervenire. Io, volendo uscire dal coro, non mi rivolgo alla politica e al contrario mi chiedo: [...]

24/11/2016|Senza categoria|8 Commenti

Caso Peste suina, l’Anci si schiera col sindaco di Desulo

Prima vittima di un attentato, poi denunciato alla Procura dal responsabile dell'Unità di missione regionale sulla peste suina. Così Gigi Littarru, sindaco di Desulo, nei prossimi giorni dovrà anche comparire davanti al Gup del tribunale di Oristano. Ora l'Anci, col presidente Piersandro Scano, vuole che del suo caso si occupi la commissione Sanità del Consiglio [...]

24/11/2016|Sardos, Senza categoria|0 Commenti

La Fusione Perfetta del 1847 e la (possibile) Fusione Finale del 4 dicembre: analogie (di Francesco Casula)

Il 29 novembre prossimo ricorre il 169° anniversario della Fusione Perfetta della Sardegna con gli stati sabaudi di terraferma; mentre il 4 dicembre successivo, se malauguratamente vincesse il Si, potremmo assistere alla Fusione Finale dell’Isola con lo Stato italiano. Ebbene, io ritrovo in queste due “Fusioni” – mutatis mutandis – curiose e sorprendenti analogie. 1. [...]

Le due Americhe in conflitto tra loro (di Charles M. Blow*)

La scorsa settimana mentre guardavo i manifestanti sfilare per le strade delle grandi città americane, quel che mi colpiva era l’ampio e crescente divario tra gli Stati Uniti rurali e quelli urbani, e tra i loro orientamenti politici e le loro sensibilità. Uno sguardo alla mappa dei risultati elettorali per singola contea ci mostra una [...]