Anthony

Home » Archivi per Anthony Muroni

About Anthony Muroni

Sono un giornalista che ha avuto la fortuna di pubblicare alcuni libri. Sono nato nel 1972 in Australia da genitori sardi e sardo sono fino al midollo. Sono sposato con una collega giornalista e ho una splendida figlia. Parlo correttamente la lingua sarda e quella italiana, non benissimo l’inglese. Ho lavorato per La Nuova Sardegna, Radio Planargia e L’Unione Sarda, quotidiano del quale sono stato direttore per 39 mesi. Ho collaborato con Panorama, Videolina e Radiolina, emittente della quale sono stato direttore per 36 mesi. Sono orgoglioso delle inchieste che ho fatto sui baby-vitalizi dei consiglieri regionali, sulle servitù militari e lo sfruttamento del territorio con le speculazioni legate a eolico e fotovoltaico, sull’applicazione dei principi dell’insularità e della continuità territoriale, sulla moderna agroindustria e il turismo compatibile. I miei libri? Un romanzo sull’ex bandito Peppino Pes, saggi su Francesco Cossiga, Joseph Ratzinger, Jorge Bergoglio, Giulio Andreotti, un noir ambientato a Cividale del Friuli e un altro romanzo sulle degenerazioni della politica e sulle sue commistioni con certe lobby economiche. La mia idea dell’informazione moderna è legata a un impegno civile dei giornalisti e degli informatori in genere per la crescita della società contemporanea, al servizio della verità e dei lettori. Amo sentirmi libero e lavorare in rete, includendo più energie positive possibili. Mi piacerebbe confrontarmi con voi, se avrete voglia di interagire con me. Sarà un piacere.

Continuità, lo scaricabarile non serve (di Giovanni Dore)

Prendersela con la Commissione Europea per la "bocciatura" della nuova continuità territoriale aerea, significa volersi rompere la testa dopo averla sbattuta. Ho sempre sostenuto che (l'ottimo) modello inventato da Attili nel 1999 andasse aggiornato, sulla base di un mercato che, in 20 anni, si è rivoluzionato. Ma così come spiegai anni fa per il settore [...]

15/10/2017|Quel che accade|0 Commenti

Vigliacchi non siamo mai stati (di Pietro Casula*)

C’è un gran viavai negli ultimi tempi, davanti al palazzo della RAS. Vogliono risposte gli operai senza lavoro, aspettano proposte i giovani: quelli che hanno terminato il loro percorso di studio, quelli che non studiano, che non si formano, che non hanno lavoro e neppure lo cerca. Vogliono risposte anche gli ambientalisti e gran parte [...]

15/10/2017|Occhi sul mondo|0 Commenti

Lingua sarda: la Regione continua a prendere tempo. E sono trascorsi quasi 4 anni (di Giuseppe Coròngiu)

Con l’ultimo rimpasto in giunta regionale, per l’assessorato della cultura, tutti avevamo sperato in un miglioramento. E’ stato davvero così? Gli anni precedenti infatti, quelli segnati dalla guida di Claudia Firino, sono stati terribili per la politica linguistica: il servizio lingua sarda è stato cancellato e accorpato all’editoria, questo stesso servizio è stato declassato, tagli [...]

15/10/2017|Cultura, Lingua|0 Commenti

Quando Bellieni sapeva parlare a tutto il popolo sardista (di Paolo Mureddu)

Nei giorni scorsi alcune testate giornalistiche del continente si sono interessate ai movimenti indipendentistici della nostra terra. Forse anche perché l’attualità della scelta catalana all’indipendenza era la notizia più discussa. Così il fatto che 11 “piccoli indiani-partiti indipendentisti” si incontrassero a Bauladu per ragionare sul mettersi assieme per realizzare quell’unione sempre chiesta ma mai realizzatasi [...]

15/10/2017|Sardos|2 Commenti

Sanità, l’ufficio complicazioni degli affari semplici

Nell'epoca dell'identità digitale, della moneta smaterializzata e della Asl unica, teoricamente pagare prestazioni pubbliche dovrebbe essere facile come poche altre cose. Ma l'ufficio "complicazione affari semplici" è sempre aperto e molto efficiente e quindi anche pagare un ticket da 12,00€ circa può diventare un affare complicato. Siamo abituati a lamentarci del servizio, riferendoci alle persone. [...]

13/10/2017|Quel che accade|3 Commenti

Catalogna 2017, fine delle illusioni europeiste? (di Giuseppe Corongiu)

Vada come deve andare la questione dell’indipendenza catalana, si è già prodotto un grosso danno. E’ un disastro per la democrazia, per le speranze di progresso, per le illusioni di tutta una generazione che un po’, magari con prudenza, all’Europa ci aveva creduto. Il peggio non è che la Catalogna non diventi indipendente o che [...]

11/10/2017|Senza categoria|2 Commenti

Il “dogma” dell’unità dello stato (di Giuseppe Melis)

Il referendum catalano ha attivato un’interessante discussione che vede da una parte i sostenitori dell’autodeterminazione e, dall’altra, i fautori dell’unità dello stato contrapposta ai primi come bene supremo, assoluto. Ebbene, vorrei chiedere a quanti sono convinti che l'unità e indivisibilità dello stato non si debbano toccare, quali sarebbero le ragioni scientifiche e logiche a questa [...]

09/10/2017|Occhi sul mondo|10 Commenti

Oramai sono diventata veggente (di Valeria Casula)

Per sette anni il silenzio assoluto sulle vicende di Catalogna. Sino al 10 settembre il referendum ignorato o l'affermazione "non ci sarà alcun referendum". Quando la polizia è entrata nel palazzo del parlamento catalano, ha arrestato, ha requisito le schede elettorali perquisendo le tipografie, ha oscurato siti web, il leotmotiv è stato "il referendum è [...]

08/10/2017|Occhi sul mondo|1 Commento

Perché un filologo accademico non può essere leader di un’alleanza identitaria (di Giuseppe Corongiu)

Gli eventi del fine settimana in Catalogna hanno messo in evidenza per molti verità che per noi pochi appassionati erano scontate. La grande forza del popolo catalano è fondata sopra un’identità consolidata da una lingua comune e da una memoria storica condivisa. L’istruzione prolungata fornita da scuole e università dal 1978 a oggi, ha creato, [...]

04/10/2017|Lingua|6 Commenti

Lingua nazionale: è così che il Csu spinge il sardo a essere come il catalano. Chi ne svela l’anima (di Roberto Carta)

Il Coordinamento pro su Sardu Ufitziale - Csu è comparso sul pianeta Sardegna, la prima volta, nel mese di giugno del 2014. Con l’intento di mettere a disposizione delle istituzioni e di tutti gli interessati, documenti, materiali, consigli e strategie per la valorizzazione della lingua sarda in qualunque contesto sociale. Per sostenere una vera ed [...]

03/10/2017|Cultura, Lingua|2 Commenti